Home / Articoli cessione del quinto / Simulazione rinnovo cessione del quinto come funziona?

Simulazione rinnovo cessione del quinto come funziona?

In tanti si chiedono il rinnovo cessione del quinto come funziona. Parliamo di un’operazione tutt’altro che rara, che chiunque ha il diritto di richiedere. L’unico requisito è aver già saldato almeno il 40% delle rate del prestito precedente. Soltanto coloro che hanno scelto un piano di rientro pari o superiore a 60 mesi possono ottenere un rinnovo del prestito senza aver pagato già il 40% delle rate. Ma quanto è possibile chiedere alla banca? Dipende da molti fattori, tra cui l’importo erogato inizialmente, il numero di rate già pagate e il tasso d’interesse applicato in precedenza. Come accennato, il metodo più rapido per farsi un’idea del nuovo prestito ottenibile è ricorrere a una simulazione rinnovo cessione del quinto. Dopo aver verificato tutti gli elementi necessari e preparato i vari documenti, il richiedente potrà procedere alla presentazione dell’istanza alla banca prescelta. L’iter prevede la riformulazione del nuovo piano di rientro con il relativo calcolo degli interessi. Generalmente, il contratto viene attivato dopo circa 3/4 settimane.

Una maggior liquidità e condizioni di rimborso più agevoli sono i vantaggi principali offerti dal rinnovo della cessione del quinto. Come funziona? Parliamo di un’operazione che permette di estinguere anticipatamente il finanziamento ottenuto e, al contempo, di attivare una nuova cessione del quinto. La convenienza e i tempi necessari per l’attivazione di questa operazione possono essere valutati soltanto rivolgendosi a un esperto. In alternativa, è possibile ricorrere a una simulazione cessione del quinto, un sistema informatico gratuito e facile da utilizzare in grado di offrire informazioni utili. Il rinnovo della cessione del quinto è una soluzione perfetta per chi necessita di denaro per realizzare un progetto o per affrontare spese improvvise. Consente di accedere a un nuovo finanziamento pur avendo un’altra cessione del quinto in corso. Trattandosi di un secondo prestito, il rinnovo consente di ridefinire le condizioni di rimborso. Ciò vuol dire estendere i tempi di ammortamento e ottenere tassi di interesse migliori.

cessione del quinto

Cessione del quinto Avvera

LA CESSIONE DEL QUINTO CONSIGLIATA DA NOI!

prestiti fai da te

Prestiti fai da te

Simulazione rinnovo cessione del quinto: esempio

Cerchiamo di capire, attraverso un semplicissimo esempio, quando un privato cittadino può rinnovare il finanziamento. Supponiamo che Francesco abbia ottenuto un prestito con ammortamento in 6 anni (72 mesi). Applicando la regola citata in precedenza (quella del 40% delle rate già versate), per poter procedere con la rinegoziazione del quinto, Francesco dovrà rimborsare prima 29 rate alla banca (durata del rimborso 72 rate; calcolo rinnovo 72×40% = 28.8). Ciò vuol dire che prima della 29esima rata, Francesco non potrà sottoscrivere un nuovo contratto.

simulazione rinnovo cessione del quinto

Calcolo rinnovo cessione del quinto

Gli strumenti di calcolo online utilizzati per stabilire dopo quanto tempo dall’erogazione del primo finanziamento è possibile rinegoziare il prestito in busta paga o sulla pensione, sono facili da usare e offrono risultati attendibili. Come si usano?

  • Selezionare, all’interno del menù a tendina, il numero delle rate previste dal contratto
  • Inserire la data
  • Non appena avrà eseguito il calcolo, il sistema informatico comunicherà al richiedente quanti mesi dovrà attendere prima dell’eventuale rifinanziamento

Rinnovo cessione del quinto con altra finanziaria

Una volta raggiunto il termine previsto dalla legge per inoltrare la domanda di rifinanziamento, il richiedente interessato a rinnovare il prestito deve comunicare le proprie intenzioni all’istituto di credito prescelto. Ovviamente, è tenuto a fare lo stesso anche con la finanziaria che ha concesso il primo finanziamento. In tal caso, assumono particolare importanza i documenti che la banca creditrice invia al cliente per l’estinzione del finanziamento in corso. E il motivo è molto semplice. Se si sceglie di rifinanziare il prestito presso l’istituto di credito che ha concesso il finanziamento precedente, i tempi di erogazione del rinnovo si accorciano, in virtù della gestione interna della burocrazia, in genere più rapida. Se, invece, il debitore decide di affidarsi a un’altra banca, moduli, documenti personali e conteggi estintivi devono essere trasmessi da una banca all’altra. Inoltre, l’istituto di credito chiamato ad accettare il rinnovo è libero di richiedere ulteriore documentazione al cliente. Una volta accettato il contratto, invece, i tempi di erogazione del nuovo prestito saranno identici (2/4 settimane).

Come si presenta la richiesta di rinnovo?

Dopo aver verificato tutti gli elementi necessari, il richiedente dovrà procedere alla presentazione dell’istanza, che va fatta a una banca o a un istituto finanziario disponibile ad accettare questa soluzione. Ecco i documenti imprescindibili:

  • codice fiscale
  • un documento di identità in corso di validità
  • la documentazione reddituale del richiedente
  • la documentazione completa relativa al primo finanziamento ottenuto tramite cessione del quinto

 

 

Queste sono soltanto alcune delle domande cui sono in grado di rispondere i consulenti del credito specializzati nella cessione del quinto. Ecco perché prima di avanzare una richiesta di rifinanziamento, è preferibile ricorrere sempre all’assistenza di un professionista.